papa-francesco-ammalati

Visitare gli ammalati per scoprire la nostra malattia interiore

March 27, 2015|Posted in: Notizie

Il mondo è dilaniato da un’atroce sofferenza che, spesso e volentieri, è riconducibile a casi di malattia. E il Crocifisso rappresenta la risposta migliore a questa condizione di totale affilizione. A prometterlo è stato Papa Francesco, secondo il quale tutti noi dovremmo provare un profondo rispetto nei confronti dell’ammalato poiché lui, tra le altre cose, ci consente di riflettere su noi stessi.

Secondo Bergoglio l’ammalato è paragonabile ad uno specchio che permette alla persona che gli sta davanti di potersi analizzare da cima a fondo. “Andare a trovare un ammalato”, in sostanza, equivale a dire “andare a trovare la propria malattia”: negli ammalati possiamo vedere la parte di noi stessi che è ammalata ed è proprio per questa ragione che abbiamo sempre tanto timore di approcciarci a queste persone. Ma anche l’ammalato ha spesso timore di confrontarsi con persone in salute e questo accade perchè la sua condizione gli ha permesso di provare un certo pudore verso la vita e verso l’amore.

Ci sono tante buone ragioni per cui valga la pena di andare a trovare un ammalato, la più importante delle quali è senz’altro data dal concedergli la possibilità di liberarsi di quel suo stesso pudore. Togliendo questo velo di pudore dal volto di ogni ammalato consentiamo a lui di vivere più serenamente e a noi stessi di ritrovare la malattia che coviamo dentro. Far visita ad un ammalato è quindi “avere il coraggio di dire a se stessi: anche io ho qualche malattia nel cuore, nello spirito, nell’anima, anche io sono un ammalato spirituale”.

Ma dal momento in cui Dio ci ha permesso di cambiare il mondo da Lui creato, un ammalato che non ha la possibilità di farlo deve considerarsi una persona povera e inutile? Niente affatto! Perchè la sofferenza e la malattia sono un elemento molto importante per scoprire lo spirito della fede, ma soprattutto, perchè ricalcano appieno la figura di “colui che ha portato su di sè tutte le nostre malattie: il Cristo Crocifisso”.

Leave a Reply

*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>