lavanda-piedi-bergoglio

La Lavanda dei piedi: Dio ci purificherà sempre dai peccati

April 3, 2015|Posted in: Notizie

La stanchezza nasconde dietro di sé numerose insidie, ma quelle stesse insidie sono divenute parte del discorso che Papa Francesco ha tenuto durante la Santa Messa del Crisma: secondo il Pontefice infatti, il fatto stesso di sentirsi stanchi implica una vicinanza più stretta al Signore, tant’è che Lui è sempre pronto a darci ristoro con un abbraccio capace di rigenerare non solo le forze ma anche tutte le sporcizie che hanno preso in ostaggio il nostro cuore.

Ai detenuti della Casa circondariale di Rebibbia in Roma, il Papa ha confidato di “aver bisogno di essere lavato dal Signore” e ha perciò chiesto loro di pregare affinchè Dio potesse togliere le sporcizie che hanno preso di mira anche il suo cuore. In questo modo, ha detto il Papa, “divento più schiavo di voi, più schiavo nel servizio della gente come è stato anche Gesù”.

Del resto il Signore è sempre pronto a ripulirci di tutti i peccati commessi, poichè il Suo amore nei nostri confronti non ha davvero alcun limite: Dio non si stanca di amare mai nessuno; il Suo “è un amore che non delude mai perchè è senza limiti e così sarà sino alla fine”.

Lo stesso Evangelista Giovanni affermò a suo tempo questo importante concetto. Nella lettura Gv 13, 1 si legge infatti che: “Avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine”. E’ quindi molto chiaro il motivo per cui Gesù continui ad amarci così tanto, continui a volerci servire, guarire e pulire fino alla fine dei tempi: Gesù ha dato la sua vita per far sì che ciascuno di noi potesse essere ripulito dei propri peccati!

La lavanda dei piedi assume inevitabilmente un significato simbolico in tutto ciò: l’atto del lavare i piedi ai discepoli sta a simboleggiare una sorta di purificazione dai peccati, o meglio, ci permette di ricordare come Dio tenga tantissimo al fatto che ogni volta possa rinnovarci il suo amore.

Leave a Reply

*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>